Le Terme di Salsomaggiore e Tabiano ancora al fianco della Farm Run

Terme Berzieri interno

Salsomaggiore Terme, una tappa d’obbligo per chi pratica sport, ma anche per chi volesse solo rigenerarsi. Le capacità curative delle acque di Tabiano si sono arricchite con la recente scoperta del  fattore modulante sul sistema immunitario.

Di LGC Noceto (PR)  19 marzo 2017 –

Da sempre le Terme di Salsomaggiore e Tabiano sono state considerate tra le migliori nel panorama nazionale, apprezzate per le qualità termali specifiche ma anche per l’atmosfera mondana che, a partire dal Palazzo Berzieri, hanno segnato  l’immagine da fine ‘800 a oggi del complesso termale, un gioiello in stile Bell’Epoque incastonato nelle verdi e dolci colline parmensi.

Se il lungo ciclo di Miss Italia, le cui finali sino a pochi anni fa venivano realizzate proprio a Salsomaggiore, hanno regalato una notorietà televisiva, Italo Svevo, all’anagrafe Ettore Smith, soffriva della capacità attrattiva di “Salso” che si manifestava con moti di gelosia allorquando la bellissima moglie iniziava i preparativi per la trasferta che da Trieste l’avrebbe portata nella rinomata città termale parmense. E’ la stessa figlia, Letizia Fonda Savio, a raccontare di come il narratore e filosofo manifestasse il suo malessere, nell’intervista rilasciata nel 1978 a Luciano Simonelli in occasione della ricorrenza del cinquantesimo della morte. Come si manifestava questa gelosia?

“Mai in maniera estremamente visibile. – sottolinea la  figlia –  Ma ricordo che il momento in cui era evidente era quando la mamma andava da sola a Salsomaggiore a fare le cure delle acque. Quando la vedeva preparare i bagagli, mettere nelle valigie tanti abiti, tanti gioielli, le chiedeva sempre a che cosa serviva tutta quella roba visto che andava a Salsomaggiore soltanto per curarsi“. E la signora Livia “Ci rideva sopra. Le faceva anche piacere – conclude Letizia, che mio padre fosse un po’ geloso perché questo significava che le voleva bene.”

Curarsi, questo è il “plus” delle Terme di Salsomaggiore. A scoprire gli straordinari effetti terapeutici delle acque salsobromoiodiche fu il medico condotto della zona, Lorenzo Berzieri (1806-1888),  che attraverso le cure   con i bagni  termali di acqua salsobromoiodica,  portò a guarigione  una bambina di appena nove anni: Franchina Ceriati, affetta da una grave forma di osteite e giudicata inguaribile con i comuni trattamenti farmacologici allora conosciuti.

Da allora di strada ne è stata percorsa e le tecniche affinate.

Oggi l’interro comprensorio di Salso – Tabiano propone  un’ampia gamma di trattamenti  che vanno dal defaticamento al benessere, ai problemi respiratori, osteoarticolari e ginecologici.

Dottor Massimo Gualerzi Direttore Sanitario

“Le Terme Berzieri rappresentano il “Tempio del Benessere” – illustra il direttore Sanitario, dottor Massimo Gualerzi – Oggi per benessere si intende tutto ciò che ci allontana dallo stress, dalla vita comune ma anche, se parliamo di sport, dai traumatismi o comunque dalle fatiche dopo un evento sportivo impegnativo. Ecco in questo caso i trattamenti vanno dai bagni ai massaggi, ovvero tutti quei trattamenti che tendono ad allontanare la fatica muscolare e lo stress psicofisico che si accumula prima e durante la gara.”

Rimanendo sul tema sportivo, l’apparato cardiaco e respiratorio giocano un ruolo di primaria importanza nella performance atletica. “Non c’è dubbio che per avere un’ottima prestazione fisica ma anche   per vivere bene la propria vita – spiega Gualerzi – sia fondamentale il corretto funzionamento dell’apparato  cardio vascolare e di quello respiratorio. Ecco, le Terme di Tabiano si pongono da quasi centinaia di anni l’utilizzo delle proprie acque per purificare le vie respiratorie rendendole più efficaci migliorando gli scambi gassosi, di migliorare le secrezioni che molto spesso vanno a ostacolare il passaggio dell’ossigeno.”

Alle acque di Tabiano, studi recenti, hanno assegnato anche un’altra importante qualità molto connessa con la “vita moderna”.

“Queste acque, continua il Direttore Sanitario, hanno un fattore modulante sul sistema immunitario. Quindi sia gli sforzi sportivi, ma anche lo stress della vita moderna, determinano una azione molto aggressiva sul sistema immunitario andandoli a penalizzare  e esponendo l’organismo  a infezioni virali e batteriche delle vie respiratorie. Queste acque forniscono quindi una sorta di vaccino naturale  che impedisce alle persone di avere più infezioni durante l’anno e quindi  di godere di una salute più forte per affrontare la vita e le gare in maniera più efficace.”

Ma la vita moderna, oltre allo stress regala anche smog e inquinamento ed ecco che anche in questo caso intervengono efficacemente le Acque di Tabiano.

“Queste acque hanno il potere chelante dei metalli pesanti e tutte le particelle infiammatorie sospese nell’aria. Anche sedute molto brevi, nel week end, sono sufficienti per purificare dalle infiammazioni dovute all’inquinamento”.

Terme di Salsomaggiore Tabiano sono quindi adattissime agli sportivi, per l’intervento diretto sulle vie respiratorie e cardiovascolari, sul sistema immunitario e abbiamo visto anche l’efficace capacità rigenerante, ma non è tutto.

“Le Terme di Salsomaggiore hanno la specifica funzione di agire sul sistema osteoarticolare e su quello vascolare. Sia gli atleti che le persone con problematiche specifiche possono trovare beneficio da queste acque “.

Trattamenti fatti con i bagni e con le acque, magari con l’aggiunta di ozono, o  semplicemente con i fanghi rigenerati, hanno una azione anti infiammatoria sia sul muscolo che sulle articolazioni.

“Ecco che le Terme di Salsomaggiore, sottolinea il direttore sanitario Massimo Gualerzi, attraverso la proprietà antinfiammatoria delle proprie acque si propongono come trattamenti per migliorare la circolazione per togliere le infiammazioni muscolari, per riassorbire gli ematomi molto velocemente e per rallentare il processo degenerativo osteoarticolare , soprattutto cartilagineo. “

E’ fondamentale, ai nostri tempi, curare lo spirito perché molto spesso le nostre prestazioni fisiche e lavorative sono compromesse dalla eccessiva dose di stress.

“In questo preciso posto avviene – chiosa il direttore sanitario – quello che magicamente indichiamo in down shifting o abbassamento dei ritmi. E’ il posto ideale per allenare la terza parte; non è l’allenamento, non è l’aspetto fisico ma è l’aspetto mentale che come sappiamo è quello che ci guida ai successi sportivi e personali ma anche la cura delle patologie che colpiscono l’uomo moderno.”

________

Link di riferimento:

http://www.farmrun.it e

Video TERME Salsomaggiore con intervista Direttore sanitario dottor Massimo Gualerzi  https://youtu.be/spoY9f8QiAI

http://ocreuropeanchampionships.org

http://www.mudrun.it

9

Torna su