Cereali e dintorni. Sopraggiunti i fattori esterni a scombussolare i mercati

Frumento

Il mercato di lunedi era ai minimi e il timore, che aleggiava da diverse settimane, era che potessero sopraggiungere fattori esterni a portare scompiglio in un mercato tendenzialmente piatto. Così è stato.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 15 maggio 2019 – Dopo le burrasche indotte dai tweet del Presidente Trump è arrivata un USDA con dati in generale ribassisti, poi d’improvviso due fattori esterni sono entrati a gamba tesa sui mercati delle scorse ore: i fondi hanno attuato azioni di copertura visti i margini che presumibilmente avevano e forse anche allertati dal fatto che le previsioni meteo non sono delle migliori. Infatti, lo stato delle colture in USAè ancora molto arretrato,  semine molto in ritardo, il corn è seminato al 30% contro la media dei 5 anni del 66% e il seme di soia al 9% contro il 29%. Quindi almeno in USA, è difficile attendersi produzioni così alte come previsto dall’USDA.

A fronte di ciò Il mercato ha reagito così:

Troppo presto per valutare quanti € in più chiederanno nella giornata odierna. Non tanto in più rispetto a ieri mattina, quando già il mercato era in rialzo, ma rispetto a lunedì quando i prezzi erano veramente ai minimi.

Il monito che avevamo lanciato la scorsa settimana era stato tempestivo: “… valgono principalmente due frasi: “vendi guadagna e pentiti” e “quando la merce costa poco prendila se sbagli sbagli di poco”

Sul mercato interno nulla da segnalare salvo qualche dubbio sulle qualità dei cereali a paglia vista questa fredda primavera.

Indicatori internazionali 15 maggio 2019
l’Indice dei noli è leggermente risalito sino a 1043 punti, il petrolio è a quota 61$  e l’indice di cambio €/$ segna 1,12078  (Hr. 8,40).

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/

 

 

 

Torna su