Cereali e dintorni. Mercati ancora incerti e confusione tra gli operatori

Cereali e dintorni. Mercati ancora incerti e confusione tra gli operatori

Mercati comunque tesi, troppe chiacchiere ed esternazioni, complici di una volatilità elevata.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 13 maggio 2020 – I dati USDA publicati la sera scorsa sono così riassumibili brevemente:

Stocks fine campagna 20/21 negli Stati Uniti:

Grano tenero 909 milioni di bushel, contro gli 821 mln/bushel delle attese e i 978 mln/bushel di questa campagna quindi ha una tendenza di mercato debole/neutrale.

Mais 3.318 milioni di bushel, contro 3.403 mln/bushel delle attese e i 2.098 mln/bushel di questa campagna quindi ha una tendenza di mercato ribassista.

Soja 405 milioni di bushel, contro 452 mln/bushel delle attese e i 580 mln/bushel di questa campagna quindi ha una tendenza di mercato supportiva.

Mondo

Stocks fine campagna 20/21:

Grano tenero 310 milioni di tonnellate contro le 295 mtm delle attese e 295 mtm di questa campagna. Questo è un dato ribassista, ma contano i numeri delle esportazioni che sono a 61 mtm, in lieve aumento quindi ha una tendenza di mercato debole/neutrale.

Mais 340 milioni di tonnellate contro le 320 mtm delle attese e le 315 mtm di questa campagna, quindi ha una tendenza di mercato ribassista.

Soja 98 milioni di tonnellate contro le 104 mtm delle attese e le 100 mtm di questa campagna quindi ha una tendenza di mercato supportiva

Morale: al mondo non manca nulla, se non la liquidità finanziaria spicciola. Mercati comunque tesi, troppe chiacchiere ed esternazioni che causano una volatilità elevata e a proposito portiamo due esempi: “riprendono gli acquisti della Cina e le trattative fase 2”; effetto: mercati in rialzo. “Trump esterna di voler congelare dei fondi Cinesi quale primo acconto di risarcimento danni?”; effetto ribassista tutto giù. Distanza delle due tendenze non giorni ma ore!

Nel mercato domestico debolezza e confusione, solo le crusche in ripresa.

Indicatori internazionali 13 maggio 2020
l’Indice dei noli è sceso a 433 punti, il petrolio sfiora i 25/26 $/bar  e l’indice di cambio €/$ segna 1,08421

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/