Cereali e dintorni. L’euro tiene la linea del 1,18 sostenuto dai dati economici USA

Cereali e dintorni. L’euro tiene la linea del 1,18 sostenuto dai dati economici USA

In uno scenario internazionale confuso e in balia di troppi fattori di incertezza, i mercato delle agrocommodities non possono certamente brillare e avere andamenti lineari e prevedibili

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 7 agosto 2020 –

I dati economici USA sostengono l’Euro che tiene la linea del 1,18 e ieri sera ecco cosa hanno fatto le agricommodities:

La fotografia di quanto sta accadendo nel mondo: merce non ne manca, il meteo è favorevole ai prossimi raccolti, i consumi sono limitati, l’economia stenta a riprendere e il Covid fa ancora paura.

In mezzo a questo scenario le materie prime non possono certamente brillare.

Quello che frena la loro caduta sono due fattori: i prezzi già bassi e l’aumento del costo della logistica i premi (si definisce così il costo trasporto nolo e tutto quanto intorno alla logistica) sulla farina di soya sono arrivati a superare i 50$ alla tonnellata, e negli operatori più anziani è ancora vivo il ricordo di quando raggiunsero e superarono i 100$.

Gli elementi fortemente destabilizzanti sono e saranno la logistica con il Covid, e il cambio, che già a termine è dato appena sopra 1,20, ed anche quello che succede in Argentina dove, a fronte di una forte svalutazione monetaria, gli agricoltori non immettono sul mercato seme di soya e mais.

In tale contesto, e specie sui mesi futuri, se i prezzi restano ancora così bassi, è evidente la convenienza  a rimpinguare le scorte fisiche e anche contrattuali di base per garantirsi l’arrivo o comunque di attingere in partenza le merci di importazione.

Mercato interno ancora calmo con pochi scambi solo emergenziali di mais nazionale ed estero con prezzi altamente variabili in forza delle quantità e qualità delle provenienze. Ad esempio, nella giornata di giovedi, si sono visti tutti i prezzi possibili immaginabili: 205€ arrivo Brescia, 190€ e 193€ partenza Cremona, per merce estera, mentre per merce nazionale 178€ e 180€ partenza Piemonte ed anche 190€ e 198€ arrivo Milano, ma anche 177€ partenza Ferrara dal 21/08 per merce nuova (prime ciliegie care); cruscami ormai carissimi, introvabile il farinaccio di duro, ed introvabili sottoprodotti industriali.

Si è anche contrattata della farina di soya proteica per tutto il 2021 a valori di 335€ arrivo ma c’è anche chi scommette fissandola in Dollari e tenendo aperto il cambio nella speranza o previsione che si tocchi 1,30! O invece chi acquista a premio, per quantità importanti e aspetta un minimo di ribasso ancora del mercato di Chicago, e un recupero dell’Euro sul Dollaro.

Indicatori internazionali 7 agosto 2020
l’Indice dei
noli è salito a 1500 punti, il petrolio sfiora i 42,00 $/bar  e l’indice di cambio €/$ è schizzato a favore dell’euro a 1,18203 ore 12,49.

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/