Cereali e dintorni. L’euro tiene ancora la linea del 1,18

Cereali e dintorni. L’euro tiene ancora la linea del 1,18

I dati USDA sono considerati ribassisti ma il telematico di stamattina conferma la tendenza al rialzo.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 13 agosto 2020 – l’Euro sta tenendo 1,18 e ieri sera ecco come si sono comportate le agricommodities dopo la pubblicazione delle stime USDA:

Ma più di quanto registrato quello stupisce quello che stanno facendo in questo momento sul telematico dove si assiste al rialzo su tutta la linea: seme soya, farina di soya, cereali.

Un andamento che contraddice i dati dell’USDA che sono stati considerati sostanzialmente ribassisti; evidentemente gli operatori stanno ipotizzando gli acquisti della Cina e prevale probabilmente l’ottimismo per l’incontro, tar le due super potenze,  del 15/08.

Mercato interno ancora calmo con pochi scambi, solo emergenziali di mais nazionale ed estero. Prosegue la variabilità dei prezzi, possibili e  immaginabili, in base alle derivazioni e alle qualità e comunque se non tagliano il nazionale la merce scarseggia; la crusca ha finito la corsa al rialzo, sia in farina che in misura diversa in pellet mentre è sempre introvabile il farinaccio, ed introvabili sottoprodotti industriali.

Ancora enormi problemi provengono dalla logistica: spesso si ha la merce ma mancano i camion e spesso manca la buona volontà di trovare soluzioni alternative.

Con l’occasione vi auguriamo un buon Ferragosto.

Indicatori internazionali 13 agosto 2020
l’Indice dei
noli è salito a 1540 punti, il petrolio sfiora i 42,70 $/bar  e l’indice di cambio €/$ è schizzato a favore dell’euro a 1,18366944 ore 10,45.

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/