Cereali e dintorni. Il mercato ha virato da stabile a (+).

Cereali e dintorni. Il mercato ha virato da stabile a (+).

Venerdi scorso la chiusura dei mercati ha fatto segnare molti valori in crescita evidenziando un momentaneo passaggio di stato: da stabile a positivo.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 7 settembre 2020 – Il mercato  ha per il momento mutato tendenza passando da stabile a rialzo. Ecco di seguito le chiusure del  venerdi 04/09:

Pur tenendo conto che vi è un minimo di aumento “strategico” in ragione della chiusura dei mercati di oggi, gli aumenti registrati possono intendersi sono ormai reali.

Le cause, così scrive Pellati Informa “Chicago: anche venerdì, per semi/farina/corn , chicago ha dimostrato che le quotazioni reggono : ed è la cina che è sempre presente con i suoi acquisti, più o meno costantemente, che sostiene il mercato. lo si è visto nelle cifre delle vendite settimanali di giovedì. ed anche venerdì è stata comunicata una vendita di 318.000 tons di semi. e naturalmente vi sono buone speranze che queste vendite proseguano per il futuro: almeno fino a quando non ricomincerà a “dominare” il Brasile (imbarchi gennaio/febbraio)” .

E ancora, la Cina, sta influenzando il mercato dell’orzo infatti secondo Agricensus : “Baque said that China is expected to import at least 250,000 mt of barley from Argentina during 2020, with the figure expected to rise next year. For 2021, China has so far committed to import 350,000 mt of barley from Argentina, of which 180,000 will be malting barley. I estimate that China could probably import a total of 800,000 mt of barley next year,”

”Baque ha affermato che la Cina dovrebbe importare almeno 250.000 tonnellate di orzo dall’Argentina durante il 2020, con una cifra prevista in aumento il prossimo anno. Per il 2021, la Cina si è finora impegnata a importare 350.000 tonnellate di orzo dall’Argentina, di cui 180.000 saranno orzo da malto. Stimo che l’anno prossimo la Cina potrebbe importare un totale di 800.000 tonnellate di orzo”.( in genere la Cina non acquistava orzo da questa origine).

Mercato interno ancora calmo con pochi scambi, molta confusione, importatori molto rigidi sui loro prezzi di uscita, ma mercato condizionato per la farina di soya dalle rivendite, questo però non trova uguali nelle altre farine proteiche ed anche nei cereali. Anzi i cereali sono maggiormente  fermi, specie grano ed orzo, una gran confusione sul mais dove si registrano svariati valori.

Comunque raccolto ben avviato, alte le rese e a livello sanitario quest’anno non dovrebbero segnalarsi problemi di Don e limitati casi di Aflatossina B1.

Per i biodigestori si è manifestata mancanza di pule e farinacci di riso, sottoprodotti vari. Si potrebbe suggerire di approfittare del calo attuale e possibile futuro dei cruscami di grano. Da segnalare la disponibilità di farina di coriandolo, e ricompare la farinetta uso energia.

Indicatori internazionali 7 settembre 2020
l’Indice dei
noli è sceso a 1.362  punti, il petrolio sfiora i 41,00 $/bar  e l’indice di cambio €/$ segna 1,18311 ore 8,30

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/