Cereali e dintorni. Notizia allarmante dalla Romania.

Cereali e dintorni. Notizia allarmante dalla Romania.

Notizia urgente ed importante estratta da un comunicato Associazione Nazionale  Cerealisti

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 3 novembre 2020 – Il Commissario europeo per l’agricoltura Janusz Wojciechowski in merito alle preoccupazioni del settore riguardo la situazione che si sta verificando in Romania, dove il Governo rumeno intende emanare una ordinanza per far fronte alla siccità dichiarando lo stato di calamità naturale. Nella nuova versione del provvedimento, non solo gli agricoltori, ma anche i commercianti locali, i proprietari di silos ed i fornitori e trasformatori alimentari potranno – invocando lo stato di forza maggiore che verrà assimilato all’art 1351 del Codice civile – essere esonerati dall’onorare i contratti già firmati con i compratori, senza incorrere nelle penali previste dai contratti stessi.

Nella risposta ufficiale ricevuta dal Coceral, la Commissione scrive di aver contattato le Autorità rumene per richiedere maggiori informazioni sull’ordinanza e per sottolineare l’importanza di mantenere un elevato livello di fiducia nel funzionamento dei mercati. Da un punto di vista giuridico, la Commissione Europea non potrà impedire alla Romania di attuare questa misura poiché la determinazione della forza maggiore non rientra nelle competenze dell’UE.

La Commissione continuerà a seguire la situazione da vicino.

L’Anacer al riguardo ha espresso le preoccupazioni del settore con diverse note inviate sia al Ministero degli Esteri che al Ministero delle Politiche Agricole.

Qualora dovesse essere applicata creerebbe ripercussioni commerciali enormi nel mondo del mais. In un momento come questo e’ la ciliegina sulla torta… avvelenata!

Per il mondo dei Biodigestori sono disponibili opportunità su farine di mais e vari prodotti che adesso abbondano, in quanto tutti hanno trinciato o pastone. Probabilmente è meglio fare coperture adesso, che sono in pochi ad agire sui sottoprodotti, che non quando da marzo aprile in poi gli operatori si moltiplicheranno.

Segnaliamo disponibilità di camionate di Grano maleodorante (gasolio)

Indicatori internazionali 28 ottobre 2020
l’Indice dei
noli B.D.Y. è leggermente sceso a 1.413  punti, il petrolio sfiora i 39,0 $/bar  e l’indice di cambio €/$ segna  1,1756 ore 09,05.

 

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/