Cereali e dintorni. Temporanea flessione dei mercati.

Cereali e dintorni. Temporanea flessione dei mercati.

A dicembre è ora di programmare gli approvvigionamenti in vista delle festività e dei “ponti” connessi.

di Mario Boggini e VirgilioMilano, 2 dicembre 2020 – I fondi d’investimento il 30/11 hanno preso beneficio delle loro posizioni vendendone in parte, e la fuga di valori sul comparto soya ha avuto un arresto. Inoltre qualche pioggia è arrivata ed altra è in arrivo in Sud America. Il mercato ieri sera ha chiuso sui seguenti valori:

Comunque sembra solo una pausa, e sino ai primi mesi del 2021 i mercati saranno ancora in balia della Cina, quindi i valori resteranno comunque alti.

Nel mercato interno: nulla di nuovo da segnalare. Restano sempre bassi consumi, grande confusione sui prezzi dei cereali, sia sullo spot che sui futuri e scarsità di rivendite di Farina di Soya. Possibili criticità future a breve medio termine per le farine di soya convenzionali OGM free, sia per la tensione del mercato del seme sia per acquisti dall’estero sul nostro paese, ma anche, forse, per problemi in un impianto di produzione.

Anche sui cereali ci sono nubi all’orizzonte. Il rincaro dell’orzo potrebbe continuare, visti gli acquisti Cinesi nella vicina Francia, per il mais abbiamo uno dei prezzi più bassi in Europa, e il grano tenero rimane in tensione.

Uno momentaneo calo delle crusche, anche se è difficile ipotizzare quanto possa tenere, sempre ben tenuto il mercato dei fibrosi, buccette di soya, polpe, paglie. Foraggi fermi.

Un richiamo agli approvvigionamenti di dicembre: sussistono ponti e settimane corte, per cui è preferibile programmare gli approvvigionamenti.

Per il mondo dei Biodigestori opportunità su farine di mais e vari prodotti che adesso abbondano in quanto tutti hanno trinciato o pastone, solo i più oculati mantengono in razione matrici alternative e allungano la loro scorta.

Indicatori internazionali  2 dicembre 2020
l’Indice dei noli B.D.Y. è leggermente sceso a 1.211  punti, il petrolio sfiora i 44,0 $/bar  e l’indice di cambio €/$ segna 1,12086 ore 8,45

 

 

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/