HO.RE.CA.

Sopravvivere al lockdown. La testimonianza di un ristoratore, Luca Dall’Argine dell’Hostaria Tre Ville.

Sopravvivere al lockdown. La testimonianza di un ristoratore, Luca Dall’Argine dell’Hostaria Tre Ville.

Delivery, aiuti di Stato, costanza e risoluzione sono stati gli ingredienti principali che hanno consentito, ai fratelli Dall’Argine, di traghettare il lungo e tormentato periodo di lockdown. “Abbiamo capito che si può lavorare in altro modo e anche da questo si possono trarre delle soddisfazioni”. Da settembre inizieranno a trarre i risultati e forse a riprogrammare il futuro.

Aperta in ritardo la pesca al tonno.

Aperta in ritardo la pesca al tonno.

Sorpresa, certi alti magistrati sono collusi e strumentali ai partiti, schermati dalla indipendenza della magistratura che invece è riuscita a togliere lo scudo ai parlamentari i quali, almeno in teoria e sino a conclusione del mandato, avrebbero dovuto anch’essi godere di questo sacrosanto principio. Già nel 1985 Francesco Cossiga mandò un Generale di Brigata dei carabinieri alla sede dell’ANM e nel 2008 intervenne in diretta TV  per “patolare” Luca Palamara intervistato da Maria Latella sulle dimissioni di Mastella dal Governo Prodi (da ascoltare). Ma che sorpresa!

  More →

Avanti tutta, in ordine sparso! Branca, Branca, Branca… Leon, Leon Leon… Ehhhh HOP!

Avanti tutta, in ordine sparso! Branca, Branca, Branca… Leon, Leon Leon… Ehhhh HOP!

Finalmente siamo ormai prossimi alla fase tre, quella del rilancio, e l’ordine sarà “fate un po’ come volete per salvarvi, noi continueremo incensarci e a multarvi”.  Intanto in 3 mesi chiuse 11.000 aziende e entro il 2020 potrebbero essere 100.000 secondo una stima di CGIA di Mestre. E intanto…

Chi l’ha visto Colao? More →

Da domani ci vuole coraggio, ma prudenza e soprattutto non dimentichiamoci di loro: i negozi sotto casa!

Da domani ci vuole coraggio, ma prudenza e soprattutto non dimentichiamoci di loro: i negozi sotto casa!

Da domani 18 maggio inizia la vera e propria FASE 2, quella che vede la riaperture di quasi tutti i negozi.  Ma non dimentichiamo quegli esercizi, bar e ristoranti sotto casa, gli stessi che in questi 67 giorni ci hanno “coccolati”, serviti e riveriti. Da Domani  saranno loro ad aver bisogno di noi per potersi riprendere e tornare a volare, per pagare affitti , personale e le imposte nel tentativo di tornare a vivere una vita quantomeno dignitosa.

More →