USA

Cereali e dintorni. Apertura d’anno con i fuochi d’artificio.

Cereali e dintorni. Apertura d’anno con i fuochi d’artificio.

Ieri il mercato ha aperto l’anno con i fuochi d’artificio. Abbiamo rilevato aumenti spropositati: la farina ha avuto un delta enorme da +12 ha, poi chiuso a meno 7 e il seme da più 32 ha infine chiuso a più 1.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 5 gennaio 2021 –. Il mercato mantiene la sua linea con valori sostenuti. Queste le chiusure di ieri sera:

I fattori di tenuta sono sempre i soliti e noti: incertezza sul meteo in Sud America, lo sciopero dei portuali in Argentina è finito ma si stima che occorrerà un mese circa per smaltire le navi in coda, i dati sulle esportazioni emessi ieri:

Semi di soia le esportazioni settimanali dagli USA – al 31/12 – sono state 1.306.000 tons contro 1.447.000 della scorsa settimana; da inizio campagna le esportazioni sono state 38.542.000 tons contro 21.820.000, alla stessa data, della campagna precedente. Mentre per il corn/mais le esportazioni settimanali sono state 913.000 tons contro 994.000 della settimana precedente, e da inizio campagna le esportazioni sono state 14.908.000 tons contro 8.603.000 della campagna precedente. Per il grano le esportazioni settimanali sono state 325.000 tons contro 304.000 della settimana precedente. E da inizio campagna le esportazioni sono state 14.860.000 tons contro 14.907.000 della campagna precedente.

A tutto questo si sommi la posizione dei fondi: Le cifre dimostrano che i fondi hanno incrementato la loro posizione rialzista su tutta la linea: in particolare quella del corn.

corn: sono “lunghi” di 332.045 contratti contro 265.713 della settimana precedente

grano: sono “lunghi” di 13.360 contro 6.233

semi: sono “lunghi” di 206.487 contro 188.623. farina: sono “lunghi” di 89.484 contro 83.385. olio: sono “lunghi” di 112.989 contro 101.253.

Ed infine ad aggiungere ansia e preoccupazione la prossima USDA del 12 c.m.

Nel mercato interno la tendenza varia poco e le quotazioni sono ben tenute. Caos nella logistica sia per la nevicata che per il gelo e mancanza di camion e punti di carico limitati per operazioni inventariali, o per scarsità di merce.

Purtroppo le premesse sono per un 2021 molto difficile dal punto di vista commerciale e finanziario.

Per il mondo dei Biodigestori si registra carenza di sottoprodotti per i cali di produzione dell’industria primaria agroalimentare. Si sta lavorando ad una importazione di Sorgo e Mais scondizionati ex Africa, con un valore ipotizzato per del mais intorno ai 135€ tonnellata da Ravenna per il mese di febbraio. Chi fosse  interessato può contattare lo studio Officina Commerciale Commodities srl – Milano.

Rinnoviamo gli Auguri di un sereno e proficuo 2021

Indicatori internazionali 5 gennaio 2021
l’Indice dei noli B.D.Y. è leggermente sceso a 1.347  punti, il petrolio sfiora i 47.0 $/bar  e l’indice di cambio €/$ segna 1,22785 ore10,05..

 

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/