Cereali e dintorni. Massima incertezza e grandi tensioni geopolitiche

0
2488

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 7 dicembre 2021 – I prezzi rilevati alla chiusura del 6 dicembre 2021: 

(tra parentesi le variazioni sulla seduta precedente in cent. di dollaro per Bushel per semi corn e grano in Dollari per tonnellata corta per la farina).

Ma all’orizzonte abbiamo lo sgarbo USA/CINA inerente le olimpiadi invernali, dove ci saranno solo gli atleti USA ma non tutta la rete diplomatica di accompagnamento, dall’altra parte abbiamo le tensioni Russia-Ucraina con gli Usa e l’Europa pronte ad altre sanzioni contro la Russia che però potrebbe affamarci di energia. (oltre che di cereali e semi oleosi). 

Non ultima la crisi Evergrande che si ripresenta in quanto gli azionisti non hanno ricevuto i pagamenti delle cedole che scadevano ieri. 

Il mancato pagamento di 82,5 milioni di dollari di interessi dovuti il mese scorso rappresenterebbe il primo default offshore su un’obbligazione pubblica a completo scapito del settore immobiliare, allontanando ulteriormente la fiducia degli investitori globali. 

Come si può immaginare questo è un mix pericoloso che potrebbe far collassare i mercati o farli ripartire, ma non si sa come e quando…, intanto siamo tutti sorpresi dal fatto che le Aste sul grano, sia per il Nord Africa che per la mezza luna araba, segnino valori record di volta in volta sempre più alti. 

Il mercato interno come consumi dovrebbe essere implosivo e portare a dei cali, ma il sistema logistico e l’economia della scarsità annullano tale effetto. In effetti le quotazioni sono pressoché stabili, sul pronto e sul medio termine, appena più cedenti dal secondo trimestre 2022. Meglio fare attenzione! Questa economia della scarsità non sarà di breve termine e interesserà vari settori delle commodities e dell’agroalimentare. 

Purtroppo, dovremo convivere con volatilità e scarsità di merce, ma il mercato internazionale non si accorge assolutamente di quanto accade in Europa, e ci trascinerà come un fuscello nel vento.

INDICI INTERNAZIONALI 7 DICEMBRE 2021

L’indice dei noli B.D.Y è salito a 3.235↑↑↑punti, il petrolio wti salito a 69$↓↓↓ al barile, e il cambio gira a 1,12616 ore 10,18.  

Cogliamo l’occasione per inviarvi il Link cliccando sul quale potete ascoltare un nostro intervento effettuato presso lo Stand di Ruminantia il 26/11 a Cremona. YT – https://youtu.be/Gydsyq4BryM

Ruminantiahttps://www.ruminantia.it/la-tempesta-perfetta-del-mercato-delle-materie-prime-cosa-e-meglio-fare-2/

Non per ultimo segnalo anche il nostro link di presentazione dell’AGENZIA, il link rimanda sul canale youtube https://youtu.be/dwj32baom5A

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini 

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” BDY è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini 

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” BDY è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Pastificio Andalini

Google search engine