Cereali e dintorni. Mercati in ridimensionamento, tranne i cereali

0
2115

Produzione semi USA a 120,45 MMT contro attese di 122; -1,55MMT quindi un – 1,27%                       

Produzione Argentina a 49,50 MMT contro 51 a Ottobre;   -1,50MMT quindi un – 2,94% e questa variazione di 3,05 MMT sul totale è pari al – 1,76% sulle attese ha scatenato il finimondo.                  

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 10 novembre 2021 – I prezzi rilevati alla chiusura del 9 novembre 2021: 

(tra parentesi le variazioni sulla seduta precedente in cent. di dollaro per Bushel per semi corn e grano in Dollari per tonnellata corta per la farina).

Il commento più simpatico di ieri sera di un importatore ieri sera è stato: ”ho capito che ho più probabilità di vincere al super enalotto che centrare un USDA” in effetti l’Ente USDA più volte ci ha stupito ora: O sbagliano sempre le Agenzie di analisi e previsioni o qualche volta l’Ente ci mette del suo. 

L’incendio” è partito dal seme di soya. Analizziamo i dati: la produzione USA è stata stimata a 120 milioni di tonnellate contro 122 delle attese e contro 121 dell’USDA di ottobre. Gli stock di fine raccolto sono stati stimati a 9,25 milioni di tonnellate contro 9,85 delle attese, e 8,71 USDA ottobre. Sicuramente ha dato una mano al rialzo il fatto che la produzione Argentina è stata stimata a 49,50 milioni di tonnellate contro 51 USDA di ottobre (gli analisti in mezzo non hanno stimato). Ma continuando con le analisi dei numeri, le importazioni della Cina sono state ridotte da 101 milioni di tonnellate USDA di ottobre a 100 USDA attuale. 

La produzione del Brasile è stata stimata invariata da ottobre: 144 milioni di tonnellate. 

Gli stock di fine raccolto del mondo sono stati stimati a 103,78 milioni di tonnellate contro i precedenti 104,57 USDA di ottobre, quindi non grandi scossoni. 

  Comunque, tutti i giochi sono ancora aperti specie per l’Argentina che di tempo ne ha ancora, e poi le nuvole della finanza sono dense sul Sud Est Asiatico. Pertanto, possiamo restare fiduciosi che nel giro di qualche seduta di mercato si possa meglio comprendere l’effetto che produrranno quei 3 milioni di tonnellate che mancano tra USA e Argentina. 

In definitiva continua il momento difficile per tutti i trasformatori zootecnici, ma anche per commercianti ed importatori.  

INDICI INTERNAZIONALI 10 NOVEMBRE 2021

L’indice dei noli B.D.Y è salito a 2.805↑↑↑ punti, il petrolio wti gira a circa 84↑↑↑dollari al barile, e il cambio gira a 1,15756 ore 9.08 

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini 

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” BDY è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini 

(*) Noli – L’indicatore dei “noli” BDY è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Pastificio Andalini

Google search engine