Dolomiti e la sua “Mormolada Move to the top”

0
122

Ebbene, partiamo dalla Marmolada, luogo incantevole dove si dice che ogni panorama sia uno stato d’animo, tra lezioni di yoga e tramonti in musica, neve perenne, testimonianze storiche, rimane a rappresentare il museo più alto d’Europa. 

Questo luogo magico ritornerà ad essere accessibile dal 19 giugno al 12 settembre proprio grazie alla riapertura dell’impianto funiviario “Marmolada Move To The Top”. 

Denominata la Regina delle Dolomiti, la vetta più alta del gruppo montuoso dichiarato proprio Patrimonio UNESCO, la Marmolada (3.343 m) custodisce ad oggi un particolare fascino anche durante l’estate. Meta ambita dagli alpinisti, è accessibile a chiunque, grazie a un impianto funiviario con stazioni prive di barriere architettoniche che permette di farsi ammirare grazie ad una vista spettacolare oltre che offrire la possibilità concreta di toccare con mano le tracce della storia e dei luoghi sacri della nostra storia. 

La sua stazione a monte, Punta Rocca (3.265 m) posta proprio di fronte alla vetta principale, Punta Penia, è raggiungibile in poco più di 10 minuti da Malga Ciapèla (1.450 m) con la funivia della Marmolada – Move To The Top. Un viaggio che conduce alla scoperta di panorami sconfinati, dal 19 giugno scorso al 12 settembre prossimo, sarà il veicolo ideale per rivelare ad ogni sguardo nuove prospettive ed emozioni ed allo stesso tempo scoprire natura, storia e spiritualità.
 
Una terrazza panoramica con balaustre vetrate, dove la vista si estende a perdita d’occhio dalle cime dolomitiche fino alla laguna di Venezia e alle vette austriache, ma anche verso il basso mostrando in tutta la sua bellezza la parete a strapiombo verso sud della Marmolada, da un lato e dall’altro verso il ghiacciaio più ampio delle Dolomiti e il Lago Fedaia, dove incontriamo Punta Rocca (3.265 m), il luogo più alto e raggiungibile direttamente proprio dalla funivia “Move To The Top”, dalla cui stazione di arrivo si ergono due ascensori vetrati che permettono l’accesso anche a chi presenta disabilità. Qui, durante l’estate, vengono organizzate su prenotazione alcune iniziative che combinano panorama, svago e benessere. Yoga dalla Regina propone ogni venerdì, dal 9 luglio al 3 settembre, lezioni di yoga che rasserenano corpo e spirito, seguite da un’abbondante colazione presso il Bar Ristorante della stazione di Serauta (2.950 m). 

Il tutto caratterizzato da “Tramonto in Jazz”, programmato per il 20 Agosto, che offre invece lo spettacolo dell’Enrosadira – l’arrossire unico e caratteristico della roccia Dolomia che al calar del sole si tinge di rosso e che permette di ammirare dopo aver gustato un aperitivo a ritmo di musica Jazz, organizzato presso la stazione di Serauta, una natura docile e senza filtri.

Ma la tanto famigerata Marmolada sarà inoltre il luogo in cui il 26 agosto verrà celebrata la Santa Messa in ricordo della visita di Papa Giovanni Paolo II. Merita davvero un ricordo dolce e sublime questo appuntamento, perché ha la forza di unire; liberare la spiritualità del Santo Papa e la solennità della montagna dolomitica a cui il Santo Padre era particolarmente affezionato. 

Dalla stazione di Serauta poi, dove ha trovato sede il Museo Marmolada Grande Guerra 3000 M, si snoda un percorso alla scoperta della Zona Monumentale Sacra: uno stretto sentiero sul versante sud-est di Serauta, ben tracciato e agevolato con una fune metallica nei passaggi più stretti ed esposti, che attraversa antichi camminamenti da cui si possono vedere la caverna del posto di comando, l’osservatorio, l’infermeria e la stazione della teleferica del Fortilizio Italiano. 

La zona è dedicata principalmente ad escursionisti più esperti, ma l’itinerario che conduce a Forcella Vu, dove si pensa si trovino ancora sepolti 15 fanti italiani caduti a causa di una mina austriaca, è un percorso da effettuarsi in tutta sicurezza con l’accompagnamento di una guida specializzata, creando quindi le sicurezze anche per chi si vuole cimentare per la prima volta in questa esperienza.
 
Lo sguardo al futuro ed al rinnovamento della Montagna è oggi un aspetto che contraddistinguerà sempre più il fare turismo. Il complesso funiviario Marmolada – Move To The Top trasporta persone e le facilita nell’andare a catturare nuove attrazioni e quindi nuovi clienti. 

La guida interattiva Geochip, ad esempio, permette di conoscere e approfondire in autonomia gli aspetti più importanti della Marmolada e del Museo Marmolada Grande Guerra 3000 M. ma non dimentichiamo i percorsi enogastronomici, le strade del vino e tutti gli operatori che contribuiscono a rendere questo angolo di Italia fra i più suggestivi, organizzati e di eccellenza che ci siano.

Google search engine