SCUSATE! Tra Hacker e Burned Cloud.

0
102

Di Lamberto Colla Parma 17 giugno 2021 – Era poco prima della metà di marzo, per la precisione il 10, quando scopriamo di essere OFF con ben 4 siti.  L’Agenzia Stampa Elettronica Agroalimentare (C.A.S.E.A.) era OFFLINE, così come il sito vetrina aziendale, www.nuovaeditoriale.net, (peraltro ancora da ricostruire perché abbiamo dato priorità a altri interventi), al www.farmrun.it e www.farmdog.it peraltro mentre con la ASD proprietaria eravamo in prossimità di aprire le iscrizioni all’evento sportivo che il Coni aveva autorizzato a allestire: FARMRUN 2021 del 3 luglio 2021 a Noceto e valevole per il Campionato Italiano OCR.

Bruciato tutto (vedi foto da me realizzata il 12 aprile). Dal quartier generale di OVH comunicarono che “Stiamo valutando l’impatto dell’incidente e comunicheremo quanto prima, con la massima trasparenza, lo stato di avanzamento delle analisi e l’attuazione delle soluzioni.” Il risultato  finale: niente più nulla era recuperabile nonostante avessimo accordato la realizzazione di ben tre backup di sicurezza.

Un grave incidente era già accaduto nel 2017, sempre a Strasburgo e al medesimo datacente. Furono messi fuori uso migliaia di siti web in tutta Europa compresi importanti testate giornalistiche, ma alla fine i backup vennero recuperati e nel giro di pochi giorni tutto rientrò nella normalità.

E’ invece dell’8 giugno la notizia di un problema tecnico a alcune infrastrutture che però non ci coinvolse nell’immediato, mentre il 10 giugno un presumibile violento attacco hacker colpi il nostro server ospite mettendo in stallo le due testate giornalistiche di Gazzettadellemilia.it e dei partner di Gazzetadellaspezia.it obbligandoci a operare migrazioni in nuovi server virtuali e al cambio di tutte le password.

Ci scusiamo con tutti, per quanto non ci sentiamo direttamente responsabili,  anzi ci consideriamo noi stessi vittime anche delle negligenze di altri.

In particolare il caso di Strasburgo dove a un sito relativamente recente (5 anni) come FarmRun.it, che accoglieva le informazioni e le immagini di 5 edizioni della manifestazione sportiva, si contrapponeva l’agenzia elettronica agroalimentare che invece raccoglieva ben 20 anni di contenuti informativi e  di immagini. 

Al momento abbiamo ricostruito i siti e riportati all’attualità, mentre la ricostruzione storica è più ardua e complessa.  

Non era certamente il miglior momento per tornare a investire sui tecnologie peraltro da poco tempo aggiornate, ma la passione e l’orgoglio ci hanno fatto accantonare la rabbia e, rimboccate le maniche, siamo tornati online con tutto il nostro patrimonio.

Grazie a tutti voi che ci seguite, veramente in tanti, e ci avete dato la forza di rialzarci immediatamente.

Google search engine