Cereali e dintorni. Cereali in “mare” con lentezza.

0
1319

A regime dovrebbero partire tre navi al giorno dai porti dell’Ucraina 

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 4 agosto 2022 –

La prima nave Razoni sta arrivando in Libano, e un’altra nave la Osprey S è stata nominata al carico, sarà un altro test, si stima che a regime possano partire tre carichi al giorno dai porti di Pivdennyi, Odesa e Chornomorsk e quando sarà, il mercato dovrà calare un pochino. (purtroppo, attualmente l’iter è molto lento) 

Intanto i cali di questi giorni, dopo le impennate dello scorso fine settimana, sono principalmente imputabili alle tensioni geopolitiche innescate dalla visita “della Pelosi” a Taiwan, che salvo incidenti dell’ultima ora, sembra essere finita bene, anche se le imponenti manovre aereo/navali cinesi continuano. 

Ora si tratterà di vedere se, passate le tensioni USA /Cina, il mercato riprenderà in attesa dell’Usda del 12/08 o regnerà un poco di calma, il telematico mentre Vi scrivo è leggermente in negativo fatta eccezione del Grano!!! E questa la dice lunga sulle logicità! 

Nel mercato interno purtroppo, si sta invece registrando che, a causa della scarsità di merce, e difficoltà logistiche, i prezzi dei cereali non seguano l’andamento internazionale, mentre per i proteici il “cartello degli importatori sta tenendo bene”; per i fibrosi la crisi è più che manifesta; cruscami in rialzo in quanto manca la merce che arriva dal sud Italia, e l’industria molitoria del nord non sta spingendo, fatta forse eccezione per una o due industrie del Piemonte. 

Per il mercato del mais i fatti destabilizzanti sono almeno sette:

 1) la qualità e la quantità; 

2) il fatto che molti a fronte dei costi di essicazioni dovuti al caro energia, e allo stato della coltura stanno indirizzando la stessa a trinciato (magro di granella) e pastone (magro) 

3) il problema sanitario della granella che da test effettuati sui precoci presenta criticità; 

4) dal fatto che dall’ estero per le prossime due/tre settimane arriverà poca merce sia su camion che su treno; 

5) silos interni con scarse giacenze; 

6) esteri che non prezzano sul medio lungo termine e comunque ieri, un settembre prima quindicina arrivo Brescia era quotato 395/397€ ton; mentre l’ ottobre-marzo al porto quotava 352/355€ ton. 

7) ultima nota: anche altri stati Europei hanno gli stessi nostri problemi di siccità e salubrità del mais. L’insieme di tutti questi fattori sta sostenendo il mercato indipendentemente dai mercato esteri, comunque un ridimensionamento potrebbe arrivare, ma un crollo non lo si prevede. 

Insomma, il mercato per un mix interminabile di fattori continua a restare sostenuto! E ripeto attenti alle scarsità prossimo future, non voglio sembrare “Cassandra” … vi avverto solo del rischio. 

INDICI INTERNAZIONALI 4 agosto 2022

L’indice dei noli B.D.Y. è sceso a 1.731 punti, il petrolio wti è sceso a circa 91 $ al barile, e il cambio gira a 1,01638 ore 08,15. 

.

 

Intervista Boggini sulla situazione delle materie prime e delle conseguenze della Guerra in Ucraina:: https://www.ruminantia.it/ucraina-disponibilita-e-prezzi-delle-materie-prime-le-considerazioni-di-mario-boggini/

Vi segnaliamo 3 link interessanti https://youtu.be/dwj32baom5A  

YT – https://youtu.be/Gydsyq4BryM  

Ruminantia – https://www.ruminantia.it/la-tempesta-perfetta-del-mercato-delle-materie-prime-cosa-emeglio-fare-2/

 Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)


(*) Noli – L’indicatore dei “noli” BDY è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.
Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. Officina Commerciale Commodities srl – Milano

Google search engine