biologico

Oh, bio mio!

Oh, bio mio!

 

RER_fruttiBIO_gde_cibus

Dalla pasta al ragù di tofu al centrifugato di aloe vera, dal ginseng coreano super energetico alle bacche degli Incas, passando dai muffin senza latte al mercatino del biologico. Dalla nostra inviata, cronaca di una giornata al Sana, il Salone Internazionale del biologico e del naturale, ospitato nei padiglioni di Bologna Fiere.  More →

SANA chiude con +20% di visitatori

SANA chiude con +20% di visitatori

 

SANA13-a_cibus

BolognaFiere acquisisce due nuove manifestazioni NUCE e FOOD-ING che nel 2014 affiancheranno SANA

 

Bologna, 11 settembre 2013 – –

Si è conclusa, martedì 10 settembre, SANA 2013, 25° Salone Internazionale del biologico e del naturale con una crescita record dei visitatori Italiani e internazionali, + 20 per cento rispetto al 2012, per un totale di oltre 32.000 presenze (32.400). BolognaFiere con SANA e le nuove manifestazioni è ora la piattaforma leader per il ruolo strategico del biologico anche nell’ambito di EXPO 2015

Il venticinquesimo SANA ha registrato anche il successo dell’impegno preso da BolognaFiere verso l’EXPO 2015, assieme all’ associazione di riferimento del settore biologico, Federbio. Testimonial d’onore di questa edizione Vandana Shiva che, nel corso della cerimonia inaugurale ha detto, rivolgendosi al pubblico di SANA e agli organizzatori: <Sono con voi nella strada che percorrerete per portare a Expo2015 il biologico e la biodiversità, a partire da quella dei semi, perché la biodiversità è sinonimo di libertà e di mantenimento delle tradizioni>.

BolognaFiere si è proposta di realizzare a cominciare da questa edizione, e anche nel 2014, un SANA focalizzato sui temi dell’Expo, un evento volto ad aggregare le esperienze internazionali nel campo della biodiversità che saranno poi ospitate all’interno dell’Expo. Per questo BolognaFiere ha proposto al ministro De Girolamo e al delegato del governo all’Expo Maurizio Martina, nel corso degli incontri di SANA di rappresentare, anche con una presenza diretta all’EXPO che potrà organizzare assieme ai produttori del settore, la filiera di qualità della nuova eco-agricoltura italiana e dell’agroindustria.

Alla chiusura di SANA BolognaFiere dà anche notizia della conclusione dell’accordo per l’acquisizione, dall’organizzatore Artenergy Publishing, di NUCE (Salone internazionale per l’industria nutraceutica, cosmeceutica, dei functional foods & drinks e degli health ingredients) e FOOD-ING (evento dedicato agli ingredienti del food & beverage per tutti i settori dell’industria alimentare e delle bevande), che, da dall’dizione 2014, si terranno insieme al salone del biologico e del naturale.

Assieme a SANA, le due manifestazioni offriranno, dal 2014, un’ampia piattaforma di tutta la filiera dell’alimentazione biologica e della salute, della nutraceutica e della cosmeceutica.

“Siamo convinti”, ha commentato il presidente di BolognaFiere, Duccio Campagnoli – “che da qui al 2015 con SANA e altre nostre manifestazioni come EIMA, la grande manifestazione Internazionale di Macchine per l’Agricoltura e il Giardinaggio (organizzata da FederUnacoma), e in collaborazione con le associazioni di categoria, potremo essere la piattaforma per la promozione di quanto l’Italia dovrà dire al mondo nel campo dell’agricoltura sostenibile e della crescita ulteriore di questo comparto, che rappresenta uno dei settori più interessanti dell’economia verde. Siamo molto soddisfatti dell’accordo che porta a Bologna due nuove fiere, molto qualificate e che si sono tenute fino ad ora a Fiera Milano e della collaborazione che proseguiremo con l’organizzatore Artenergy Publlishing che ha condiviso questo accordo per la sinergia con SANA e con l’Expo. Le due manifestazioni – NUCE e FOOD-ING – offriranno un’ampia piattaforma assieme all’alimentazione e al biologico delle filiere della nutraceutica, cosmeceutica. 2

Il Ministro De Girolamo e il sottosegretario con delega all’Expo Maurizio Martina hanno assicurato l’impegno del governo nell’appoggio del progetto di BolognaFiere all’Expo 2015.

Commenti molto positivi anche da parte degli espositori. “La venticinquesima edizione di SANA, che ha visto l’aumento significativo degli espositori, dei buyer esteri e dei visitatori – ha dichiarato il Presidente di FederBio Paolo Carnemolla, “conferma il ruolo insostituibile del Salone sia come evento leader per il biologico in Italia, sia come piattaforma per l’internazionalizzazione del bio e per la sua presenza all’EXPO 2015.”

SANA: “Bravo Bio”, menzioni speciali per due “emiliani”

SANA: “Bravo Bio”, menzioni speciali per due “emiliani”

 

Bravo Bio-sana2013_cibus

 

Alla Pentola Magica di Parma e al Zenzero Ristorante Bistrot  di Bologna due delle tre menzioni speciali del Premio “Bravo Bio”.

 

di Virgilio —

Emilia, 12 settembre 2013 —

Due delle tre menzioni speciali consegnate in occasione di SANA – la fiera del biologico per eccellenza – sono andate a altrettanti locali emiliani.

A fare loro compagnia nella speciale classifica il  Pierino Penati Ristorante di Viganò Brianza (LC).

I tre premi piu importanti, invece, sono stati assegnati anch’essi tre locali del nord e sono:

 

MADRENATURA di Cernusco sul Naviglio (MI);

PARCO GAMBRINUS di San Polo di Piave (TV);

BIOESSERÌ BY NATURASÌ di Milano.

Il premio BRAVO BIO, giunto alla sua terza edizione, è nato per valorizzare i pubblici esercizi del biogusto ristoranti, pizzerie, bar e alberghi che utilizzino in toto o in parte prodotti biologici o biodinamici. Il premio è promosso dalle riviste del Gruppo 24 ORE Bargiornale, Ristoranti‐Imprese del Gusto e Pianetahotel  in collaborazione con SANA. La selezione dei vincitori, a cura dei giornalisti del Gruppo 24 ORE supportati da collaboratori sul territorio, è stata fatta tra oltre cento candidature, comprendenti  nuovi esercizi e realtà della prima edizione, ponendo particolare attenzione alle modalità con cui l’impresa valorizza e organizza l’opzione biologica nel suo complesso. Tra i parametri presi in esame vi sono stati non solo la proposta alla clientela (specificità dell’offerta bio, attenzione alla presenza di specialità a base biologica), ma anche l’attenzione al rapporto con i fornitori e alla formazione del personale, la sostenibilità complessiva, la comunicazione ai clienti e le iniziative realizzate.

I premi  BRAVO BIO 2013 sono stati assegnati a tre esercizi, tutti e tre localizzati nel nord del Paese, dei quali è stato particolarmente apprezzato l’impegno nella valorizzazione del biologico:

MADRENATURA di Cernusco sul Naviglio (MI);

PARCO GAMBRINUS di San Polo di Piave (TV);

BIOESSERÌ BY NATURASÌ di Milano.

Menzioni speciali sono andate a:

LA PENTOLA MAGICA di Parma per l’impegno nella divulgazione della cultura del biologico attraverso un’offerta qualificata di corsi;

PIERINO PENATI RISTORANTE di Viganò Brianza (LC) per il suo Progetto Verde e l’impegno nella riduzione dell’impatto ambientale delle attività ristorative;

ZENZERO RISTORANTE BISTROT di Bologna, per la proposta menù che cambia ogni giorno abbinata a una filosofia attenta alla stagionalità.

 

Biologico in salute

Biologico in salute

SANA2013-1_cibus

Costante ascesa dei consumi, 8,8%. Secondo Ismea Gfk-Eurisko, il secondo semestre registra addirittura una accelerazione

09  settembre 2013 –

Nell’ell’ambito della 25ma edizione del Sana di Bologna, il convegno “I numeri che raccontano il biologico” organizzato da Ismea e Sinab.

La ripresa, nel 2012, delle superfici investite, dopo un triennio di stagnazione, e il maggior numero degli operatori certificati, tra agricoltori, trasformatori e importatori, dimostrano la vitalità di un settore che ha raggiunto in ambito nazionale un’incidenza di oltre il 9% rispetto alla superficie agricola utilizzata, toccando uno dei valori più alti a livello mondiale.

Per superfici dedicate l’Italia è sesta, sempre nella classifica globale, mentre figura in ottava posizione per numero di aziende agricole biologiche, che insieme rappresentano circa il 3% delle aziende totali.

La dinamicità del settore è anche testimoniata dall’andamento sostenuto dei consumi. In tempi di crisi, numeri come quelli del bio, che nella prima metà del 2013, attestano all’8,8% la crescita della spesa domestica, rappresentano una rarità in un panorama nazionale che sul fronte dei consumi mostra andamenti fortemente negativi in tutti i settori, alimentare compreso.
Ancora più significativo l’ultimo aggiornamento del Panel Ismea Gfk-Eurisko che segnala addirittura un’accelerazione rispetto alla dinamica del primo semestre.
I dati, a tutto il mese di luglio 2013, attestano la crescita della spesa in prodotti biologici in un più 9,2%, grazie agli ottimi risultati riscontrati in tutti i comparti più rappresentativi.